Il Lago di Guardialfiera

Il lago di Guardialfiera è conosciuto anche con il nome Diga del Liscione. Il lago è un invaso artificiale formato negli anni sessantasettanta dall’innalzamento di una diga sul fiume Biferno al fine di fornire acqua potabile ai paesi circostanti per uso domestico, agricolo e industriale.

Il lago, di forma allungata è attraversato per un lunghissimo tratto dal viadotto statale SS 647 (Bifernina).

Lo specchio d’acqua ha una superficie massima di 7,45 km² e il bacino idrografico sotteso ha un’area di 1043 km², invece, la profondità del lago varia da 2 a 3 metri con punte di oltre 20 metri e il fondo è prevalentemente sabbioso e ciottoloso.

Il lago è ricco di una fauna ittica unica per i laghi artificiali. Qui troviamo una diversificazione di pesci che rendono liete le giornate estive ai tanti pescatori provenienti da tutta Italia. Tra le tante specie di pesci ne citiamo alcune come il persico trota, i lucci di grosse dimensione, le trote, le carpe e altre specie che sono le maggiori attrazioni per i pescatori.   

L’area è stata riconosciuta come posto o sito di Importanza Comunitaria ed è protetto da Rete Natura 2000. Il lago oltre ad essere meta turistica dei pescatori è anche frequentato da tanti appassionati della natura e dell’ambiente.

Fonte fotografie: web